Fiabe, strumento di iniziazione alla Vita

“Servono proprio perché in apparenza non servono a niente: come la poesia e la musica, come il teatro o lo sport (se non diventano un affare). Servono all’uomo completo. ” La Grammatica della Fantasia

Le Fiabe rappresentano dei veri e propri strumenti di iniziazione alla vita e, come i miti e le leggende,  hanno il compito di mettere in connessione profonda l’anima individuale di ognuno di noi con l’anima collettiva.

Proprio qui sta il proprio valore trasformativo. Rivisitando, ristrutturando una fiaba a propria misura, attraverso un processo creativo volto ad armonizzare simboli ed elementi archetipici dell’immaginario collettivo con i nostri bisogni, sogni e desideri, è possibile cambiare dinamiche e schemi ripetitivi nella propria vita. E’ possibile comprendere più a fondo il mondo delle proprie emozioni per trovare risorse e soluzioni creative inaspettate.

In fondo, se ci pensi bene, è una capacità innata sin dall’infanzia. I bambini vivono naturalmente le fiabe attraverso le quali si esprimono e si trasformano.

L’atto del fiabare, quindi, può essere utilizzato a tutte le età come strumento di scoperta, di indagine, di scoperta di nuove risorse: è l’arte di vivere e di trasformare la propria esistenza.

Questo perché la fiaba, prodotto dell’immaginazione per eccellenza, dopo essere stata riconosciuta e vissuta, può essere integrata alla realtà quotidiana, al vissuto individuale in senso trasformativo ed evolutivo.

E sappiamo che ciò immaginiamo può creare una realtà diversa e luminosa. Quindi divertiti a ricordare le fiabe che maggiormente hanno costellato la tua vita, scegline una e rileggila. Potrai scoprire indizi, dinamiche e risorse che non ti aspetti.

Buon divertimento!

PS: Se invece vuoi approfondire e giocare con noi, ti ricordo che i posti per Principesse e Principi azzurri sono limitati. scrivimi per prenotare il tuo posto e trasformare la tua vita in una fiaba clicca qui

 

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *